zoom
Comune di Tavagnacco

Piazza Indipendenza 1 - 33010 Feletto Umb. - tel: 0432/577311 - fax: 0432/570196

Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Strumenti personali

Adegliacco

Il nome Adegliacco deriva dal toponimo prediale Atilius + acu, suffisso di derivazione celtica. Il nome compare per la prima volta in un testo scritto in un documento del 762 d.C.: "casas in Adeliaco". Tuttavia la sua origine risulta molto precedente. Dopo l'anno mille Emma di Zeltschah, fondatrice del vescovado di Gurk in Carintia, donava alla chiesa di Salisburgo la proprietà della "Villa di Adegliacco". L'arcivescovo di Salisburgo Eberardo II la cedette poi, nel 1212, al patriarca di Aquileia Wolfgero, in cambio di alcuni beni siti oltr'alpe. Dal 1382 al 1567 Adegliacco fece parte della "Gastaldia di Tricesimo" da cui venne ceduta per sessanta "marche" di denari veneti.

Da un censimento del 1595 risulta che ad Adegliacco risiedessero 186 abitanti.
In seguito alla guerra contro i turchi la Repubblica di Venezia cominciò, per risanare le finanze, a cedere alcuni feudi e gastaldie. Fu così che, nel 1647, la Villa di Adegliacco passò a Dante Villabruna da Feltre. Questa situazione perdurò fino all'avvento napoleonico quando, a causa dell'abolizione dei titoli nobiliari, Adegliacco entrò a far parte del nuovo ordinamento amministrativo assieme a Tavagnacco.