zoom
Comune di Tavagnacco

Piazza Indipendenza 1 - 33010 Feletto Umb. - tel: 0432/577311 - 0432/1698911 - fax: 0432/570196

Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Strumenti personali

Anno 2011

Incontri di psicoterapia:
"LA SCULTURA FAMILIARE"
condotti dalla psicoterapeuta Maria Grazia Fiorini.

Percorso terapeutico esperienziale di 2 incontri. L’attività  era rivolta a tutti coloro che desideravano approfondire in termini psicoterapeutici il legame con la propria storia familiare ed esplorare le influenze che questa ha avuto nella  vita presente. Durante il primo incontro era prevista la costruzione del proprio albero genealogico (genogramma) mentre nel secondo incontro chi lo desiderava poteva lavorare sulla propria famiglia, grazie anche all’aiuto del gruppo.


Percorso formativo:
"I LINGUAGGI DELLA DEA: DA UNA CULTURA DEL DOMINIO AD UNA CULTURA DELLA CONDIVISIONE"
condotto dal medico-psicoterapeuta Pier Luigi Lattuada.

L’iniziativa formativa si è svolta in due edizioni, nel 2010 e nel 2011 per complessive 7 lezioni, ed è stata realizzata anche grazie al contributo della Provincia di Udine, ai sensi del Bando provinciale “Servizi territoriali e sociali a favore della popolazione straniera immigrata” – fondi 2009 e 2010.

Il corso prevedeva esercizi pratici di auto-ascolto, attivazione psicofisica, tecniche di respirazione, visualizzazioni e danza-movimento, per dare spazio e valorizzare quelle capacità tipicamente femminili come l’ascolto, la comprensione, l’accoglienza, la fiducia, la saggezza, la sacralità, la compassione. La possibilità del mondo femminile di accorgersi della propria forza, riconoscerla e condividerla, ponendo l’attenzione anche al fenomeno delle migrazioni ed alla sua influenza nella società attuale. 


Il tutto finalizzato ad apprendere e sviluppare attraverso l’attività di gruppo, nuove modalità percettive, cognitive e comportamentali per la conoscenza di sé e del mondo, per incentivare un dialogo dove poter esprimere il proprio sé e poter ascoltare l’altro, per promuovere la capacità di produrre in sé dei cambiamenti, per favorire in ambito collettivo una maggiore integrazione sociale e in ambito individuale una più ampia consapevolezza di far parte di una comunità che accoglie.
Corso formativo
Aspetti questi spesso trascurati dalla complessa società attuale dove è diffusa la smania competitiva, la tensione verso gli obiettivi e l’abitudine strategica alla ricerca del risultato, mettendo in secondo piano l’importanza e la ricchezza delle relazioni umane, della conoscenza reciproca e del valore di ogni singolo individuo.
Ponendo l’attenzione sul fenomeno delle migrazioni e alla sua influenza nella società moderna, il percorso formativo è risultato accrescere l’interesse e il desiderio di rapportarsi al mondo e all’altro portatore di diversità culturali e umane con uno spirito di fiducia, curiosità e condivisione piuttosto che con un senso di paura e di sospetto.