zoom
Comune di Tavagnacco

Piazza Indipendenza 1 - 33010 Feletto Umb. - tel: 0432/577311 - fax: 0432/570196

Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Strumenti personali

L'importanza del friulano...

L'importanza del friulano nella pubblica amministrazione

La presenza del friulano nella pubblica amministrazione è molto importante.
È un fattore primario di democrazia il fatto che un cittadino sia libero di parlare la sua lingua quando si rapporta con le istituzioni e che possa anche avere risposte nella sua lingua.
Inoltre è anche un segnale di rispetto che permette alla gente di non vergognarsi di parlare in friulano: nel momento in cui si vede che il friulano entra in Municipio,in Provincia,inRegione etc. la gente ricomincia a considerarlo un elemento importante, come esso è.
Il fatto di utilizzare il friulano può anche aiutare l'amministrazione ad essere più semplice e chiara, ad esprimersi in una lingua più diretta e facile da capire, anche se come necessario: prendendo esempio dall'immediatezza del friulano anche l'italiano burocratico trarrà vantaggio.
Inoltre utilizzare il friulano nell'amministrazione pubblica diventa anche una occasione per eliminare tante espressioni di ingiustizia e di discriminazione: ad esempio ancora oggi la maggior parte dei moduli italiani inizia con la formula sessista "Il sottoscritto ...................... nato a ....................." senza tener conto che anche le donne hanno diritto di cittadinanza. Nelle traduzioni in friulano tutte queste forme vengono corrette con "Jo ............................................. nassût/nassude a ...................................."

L'importanza del friulano nella scuola

L'insegnamento del friulano a scuola è un diritto di tutti i bambini e di tutti gli studenti che vivono in Friuli: purtroppo, solo per motivi politici, tante volte la scuola ha addirittura convinto i genitori che non dovevano parlare in friulano ai figli nemmeno a casa. Questo processo ha fatto un danno enorme al friulano, ma anche all'italiano, visto che i genitori che non sapevano bene l'italiano che non sapevano bene l'italiano si sforzavano a parlarlo in ogni caso ai figli. Così pensavano di aiutarlo e invece, senza accorgersi, insegnavano parecchi errori molto difficili da correggere in seguito.
La storia che il friulano impedisca di di imparare bene l'italiano è una favola e tutte le esperienze di ricerca di educazione in più lingue dicono che due lingue studiate correttamente di aiutano l'un l'altra e non si ostacolano. Imparare il friulano è non solo un diritto e un dovere di rispetto per la storia e per l'identità del Friuli, ma è anche un modo per entrare meglio in Europa e uno strumento che permette di imparare meglio e più velocemente le altre lingue. È provato che chi sa due lingue ha molta pià facilità ad apprendere una terza e che invece chi sa solo una solitamente fa abbastanza fatica ad imparare la seconda.
Risulta anche che il modo migliore per imparare una lingue è viverla ed utilizzarla e non solo studiarla come materia: questo ad esempio chiarisce perchè in Italia nonostante si studi l'inglese per 10 anni a scuola, gli studenti terminano gli studi senza saperlo parlare, poichè lo studiano come materia, ma non lo vivono. È possibile far entrare il friulano nelle scuole e anche farlo vivere e dunque aver tanta gente che naturalmente e senza sforzo impara almeno due lingue, l'italiano e il friulano, e che dunque avrà molta più facilità per imparare l'inglese, il tedesco, lo spagnolo, etc e dunque che avrà uno strumento in più per integrarsi in Europa e nel mondo, mantenendo però la sua identità.
Il friulano non toglierà ore di insegnamento ad alcuna materia: è provato che il modo migliore per imparare una lingua è sentirla e utilizzarla piuttosto che studiarla in modo isolato: dunque ciò che si pensa di fare non è aggiungere nell'orario scolastico qualche ora a settimana "di friulano", senza capire che queste tolgono magari il posto all'informatica o a qualche altra materia. La soluzione è allo stesso tempo semplice e funzionale: utilizzare il friulano come lingua di insegnamento piuttosto che come lingua insegnata. Gli insegnanti continueranno a insegnare le loro materie, solo che qualche ora a settimana potrà essere fatta in friulano: il programma di geografia, di storia, di matematica e così via possono essere portati avanti anche in friulano, senza togliere ore a nessuna disciplina e aiutando i bambini ad avere più elasticità mentale. Tante esperienze fatte in numerosi paesi in Europa dimostrano che i risultati sono eccezionali.
Per fare sì che la scuola sviluppi queste idee, fattore che permetterebbe una grande crescita di civiltà, sono necessari strumenti didattici e si deve formare e premiare gli insegnanti, ma la strada, anche se ora siamo in una fase di transizione, è quella giusta.

Nel 2007, la Regione – anche in conseguenza del Decreto attuativo dello Statuto di autonomia n. 223/2002 – si è dotata di una propria legge regionale in merito all’insegnamento del friulano (L.R. 29/2007 - Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana)e successivamente, nel 2011, di un Regolamento (recante disposizioni per l'insegnamento della lingua friulana nel territorio della Regione FVG). Le norme prevedono, fra l’altro, l’adozione di uno specifico “Piano applicativo di sistema per l’insegnamento della lingua friulana” e l’istituzione di un Elenco regionale degli insegnanti di friulano.

L'importanza del friulano nella società

Come si è visto anche in altre parti d'Europa la presenza di una lingua minoritaria, nel nostro caso il friulano, può aiutare anche nell'integrazione dei bambini e degli adulti immigrati: col friulano si riesce ad entrare meglio in sintonia con la gente e la terra, rispondendo alla necessità degli immigrati di conoscere, di capire e di farsi capire. Inoltre la mentalità di una società in cui sono già presenti almeno due lingue (italiano e friulano nel nostro caso) può aprirsi con molta più tolleranza rispetto ad una società in cui l'identità e la lingua sono una sola: chi è immigrato è "diverso" ma arriva in una società ove essere diversi è "normale", dunque riesce ad integrarsi meglio.

L'importanza del friulano nell'economia

La lingua friulana può essere anche una risorsa economica: in Galles, in Catalogna e in tante altre parti la lingua locale è diventata un elemento importante del mondo economico, un motore di produzione creativa che in un primo momento richiede un piccolo investimento e che dopo si trasforma in ricchezza per tutta la società, facendo crescere parecchio il livello e la possibilità di occupazione di settori come il turismo, la pubblicità, la produzione letteraria e soprattutto musicale e televisiva. In un mondo che per molti aspetti si sta omologando, avere qualcosa di diverso può diventare una ricchezza anche economica.

A tal proposito, Andrea Zuccolo, assessore alle attivività produttive del comune di Tavagnacco, sul notiziario comunale di Luglio 2006, ha dichiarato:
"Tavagnacco si caratterizza per un’alta concentrazione di attività economiche, in particolare nel settore del commercio e dei servizi. Il nostro è un Comune che racchiude molte realtà pronte ad affrontare a livello globale le sfide con la concorrenza.
E quindi, di fronte ad una situazione economica dinamica, viene naturale chiedersi quale funzione può avere l’uso della lingua friulana. Una visione superficiale porterebbe a rispondere frettolosamente "nell’economia di oggi non serve", ma sarebbe un grande errore che la nostra comunità non può permettersi.
Numerose multinazionali nel mondo hanno utilizzato o utilizzano la loro lingua madre per fare pubblicità. E infatti, secondo diversi studi socioeconomici, questa scelta porta a fidelizzare maggiormente il cliente al prodotto, ad un’azienda. Spesso si porta ad esempio la Catalogna ove banche o catene di supermercati hanno fatto una scelta ben precisa, ma tanti altri sarebbero gli esempi da poter fare.
Questo per dire che comunicare con la lingua madre, per noi il friulano, tocca aspetti intimi che riguardano la sfera emotiva. Una simile reazione rende la comunicazione aziendale molto più efficace ed incisiva: un vantaggio davvero importante in particolare per il settore commerciale, ma non solo.
Per questo motivo l’Amministrazione Comunale informa tutte le attività economiche che dal qualche tempo è attivo lo Sportello per la Lingua Friulana. Questo servizio rimane a disposizione per chi volesse approfondire e farsi consigliare su come poter sviluppare all’interno della propria azienda l’uso della lingua friulana quale strumento di promozione e caratterizzazione del proprio prodotto".