zoom
Comune di Tavagnacco

Piazza Indipendenza 1 - 33010 Feletto Umb. - tel: 0432/577311 - fax: 0432/570196

Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Strumenti personali

FAQ Polizia Municipale

Elenco delle principali FAQ (domande e risposte) rivolte alla Polizia Municipale di Tavagnacco

CONTRAVVENZIONE SUL CRUSCOTTO

1) DOMANDA: Ho trovato una contravvenzione al tergicristallo del mio veicolo che avevo lasciato in sosta. Cos'è e cosa devo fare?

RISPOSTA :

Un operatore della Polizia Locale ha trovato la Sua auto in sosta non regolare in assenza del conducente; ha pertanto apposto il preavviso (foglietto, di solito rosa) di violazione al tergicristallo. Il preavviso è un modo, non previsto dalla legge, con cui la Polizia Locale rende noto al conducente di aver accertato una sosta vietata o irregolare. Sul preavviso troverà tutte le indicazioni, in ogni caso presso l'ufficio della Polizia Locale potrà ricevere spiegazioni. Se vuol chiudere il problema, può pagare la somma prevista sul preavviso entro il termine in esso indicato o, comunque, prima della notifica del verbale, indicando sempre, nel Suo interesse, il numero di targa del veicolo e il numero del preavviso:

presso un qualsiasi ufficio postale, mediante versamento della somma dovuta sul conto corrente postale n. 17590332 intestato al Comune di Tavagnacco – proventi contravvenzionali

pagamento on line eseguendo il bonifico alla Banca di Cividale, filiale di Feletto Umberto, alle seguenti coordinate:

IBAN: IT29B0548464300033570423098 BIC SWIFT: CIVI IT 2C.

oppure

  • presso l’Ufficio della Polizia Locale di Tavagnacco sito in Piazza indipendenza n. 1 a Feletto Umberto.

ATTENZIONE, il preavviso non è impugnabile, il ricorso può essere proposto solo a seguito della successiva notifica del verbale di contestazione.

torna su

VIOLAZIONE IN STRADA

2) DOMANDA: Mi è stata contestata in strada una violazione al codice della strada e mi è stato notificato un verbale. Cos'è e cosa devo fare?

RISPOSTA: Mentre era alla guida del veicolo, intestato a Lei o ad altra persona, Le è stata contestata una violazione al codice della strada, è stato redatto il verbale di accertamento e gliene è stata notificata copia. Se ha necessità di ulteriori chiarimenti può rivolgersi alla Polizia Locale, altrimenti può pagare, entro sessanta giorni, (il pagamento entro cinque giorni dalla notifica comporta la riduzione della sanzione del 30 %) secondo le modalità indicate nel verbale e riportate nella risposta precedente, altrimenti può avvalersi degli strumenti di difesa le cui modalità potrà leggere al successivo punto 3).

torna su

CONTESTAZIONE DEL VERBALE

3) DOMANDA: Voglio contestare il verbale, cosa debbo fare?

RISPOSTA: Il verbale può essere impugnato tramite ricorso al Prefetto di Udine o ricorso al Giudice di Pace di Udine sito in viale XXIII Marzo n. 5 – Udine tel. 0432 245411

Il ricorso va indirizzato al Prefetto ma può essere consegnato o inviato per posta (con raccomandata ricevuta di ritorno), anche al Comando Polizia Locale di Tavagnacco, entro sessanta giorni dalla contestazione o dalla notifica del verbale, in carta semplice. Va allegato il verbale al quale si fa riferimento e le eventuali certificazioni o testimonianze che si ritengano utili. Si può chiedere anche l'audizione personale al Prefetto. Il Comando Polizia Locale invia gli atti al Prefetto allegando la documentazione di rito e fornendo le proprie controdeduzioni. Il Prefetto emette, successivamente, ordinanza di archiviazione se ritiene fondate le Sue contestazioni, altrimenti emette ordinanza di pagamento raddoppiando la sanzione. Contro l'ordinanza del Prefetto è ammessa opposizione al Giudice di Pace di Udine.

Il ricorso al Giudice di Pace va presentata personalmente in cancelleria, entro 30 giorni (60 giorni se si risiede all'estero) dalla contestazione o notifica del verbale o, in seconda istanza, entro trenta giorni dalla notifica dell'ordinanza del Prefetto. Nel ricorso, in carta semplice, vanno presentate le doglianze del caso e allegati gli atti richiamati.

Il ricorso al Giudice di pace prevede il pagamento del contributo unificato, che si deve pagare al momento della presentazione del ricorso e che dallo scorso 6 luglio è aumentato a 37 euro (per le sanzioni di importo fino a 1.033 euro).

Nel ricorso è possibile chiedere la sospensione dell'efficacia del provvedimento impugnato (per esempio della sospensione della patente), che il giudice può disporre con decreto fuori udienza, cioè nell'immediatezza del deposito del ricorso in cancelleria, ma solo "in caso di pericolo imminente o di un danno grave e irreparabile", e che il magistrato deve comunque confermare alla prima udienza, pena la sua decadenza. Almeno dieci giorni prima dell'udienza, il comando di polizia che ha fatto la multa deve depositare in cancelleria "copia del rapporto con gli atti relativi all'accertamento, nonché alla contestazione o notificazione della violazione". Per le sanzioni pecuniarie, dato che è previsto che il giudice disponga il pagamento entro 30 giorni dalla notifica di deposito della sentenza (ovviamente se il ricorso è respinto), l'iscrizione a ruolo non potrà che avvenire dopo che sarà trascorso tale termine.

Se non ci si presenta in udienza in assenza di "legittimo impedimento" il giudice convalida il verbale contro il quale si è presentato ricorso e provvede sulle spese, a meno che l'illegittimità del provvedimento impugnato risulti dalla documentazione allegata dall'opponente, oppure il comando di polizia non depositi i documenti. Con la sentenza che accoglie l'opposizione il giudice può annullare in tutto o in parte il verbale. Il giudice accoglie l'opposizione anche quando non vi sono prove sufficienti della responsabilità dell'opponente. Se invece il ricorso è respinto, il giudice determinerà l'importo della sanzione in una misura compresa tra il minimo e il massimo edittale stabilito dal codice della strada per la violazione accertata. Per esempio, in caso di superamento del limite di velocità di oltre 10 km/h ma non oltre 40 km/h, violazione che comporta il pagamento di una sanzione di 168 euro (e la perdita di 3 punti), il giudice può fissare la sanzione in un importo compreso tra 168 e 674 euro. In genere il giudice di pace applica il minimo. Il pagamento della somma dovrà avvenire entro i trenta giorni successivi alla notificazione della sentenza ed essere effettuato con modalità stabilite dall'amministrazione a cui appartiene l'organo accertatore. Ovviamente, se il ricorso è respinto il giudice non può escludere l'applicazione delle sanzioni accessorie o la decurtazione dei punti dalla patente di guida.

torna su

CARTELLA ESATTORIALE

4) DOMANDA: Mi è arrivata una cartella esattoriale. Non capisco a cosa si riferisce. Cosa devo fare?

RISPOSTA : Nella cartella esattoriale è riportato un pagamento da effettuare ed è indicato a quale comune (o altro ente) e a quale atto si riferisce. Per saperne di più occorre interessarsi presso quell'ente e, all'interno di quell'ente, all'ufficio specifico. Se il pagamento riguarda un accertamento di violazione effettuato dalla Polizia Locale del Comune di Tavagnacco, per saperne di più è possibile rivolgersi presso la Polizia Locale nel normale orario d'ufficio.

torna su

FURTO

5) DOMANDA: Ho subito un furto cosa devo fare?

Risposta:

Deve presentare denuncia ad un ufficio di polizia giudiziaria. Si ricordi di presentarsi con un documento di identità e, se vi sono, annoti i nominativi di eventuali testimoni.

torna su

PERSA/RUBATA PATENTE

6) DOMANDA: Mi hanno rubato/ho smarrito la patente di guida cosa devo fare?

Risposta:

Deve presentare denuncia di furto ad un ufficio di polizia giudiziaria. Ricordi di portare con sé almeno tre foto tessera su sfondo bianco perché le verrà rilasciato il permesso provvisorio di guida e successivamente riceverà a casa la nuova patente di guida.

torna su

PERSA/RUBATA CARTA DI IDENTITA'

7) DOMANDA: mi hanno rubato/ho smarrito la carta di identità, cosa devo fare?

Risposta:

Deve presentare denuncia di furto ad un ufficio di polizia giudiziaria. In quella circostanza dovrà comunicare il numero del documento rubato e la data di rilascio; è quindi utile informarsi prima presso l’ufficio anagrafe che ha rilasciato il documento. Se il documento è stato rilasciato dal Comune di Tavagnacco dette informazioni possono essere assunte direttamente dall’ufficio della Polizia Locale.

torna su

DISTURBI/SCHIAMAZZI

8) DOMANDA: I cani dei vicini con il loro abbaiare, o i miei vicini con i loro schiamazzi e/o con la musica alta disturbano a tutte le ore del giorno e della notte, cosa posso fare?

Risposta:

Il disturbo alla quiete pubblica, qualora accertato, è punito penalmente. E’ quindi possibile presentare una denuncia ad un ufficio di polizia giudiziaria. In tal caso è utile sapere se il disturbo è avvertito anche da altre persone; in questo caso è opportuno riferirlo all’ufficio che riceve la denuncia.

torna su

SINISTRO STRADALE

9) DOMANDA:  Sono rimasto coinvolto in un sinistro stradale. A seguito dell’incidente è intervenuta sul posto la Polizia Locale di Tavagnacco.

Posso avere una copia del rapporto redatto dagli operatori?

Risposta:

I soggetti rimasti coinvolti in sinistri stradali i cui rilievi sono stati effettuati dalla Polizia Locale di Tavagnacco, possono ottenere copia del rapporto stilato dagli agenti intervenuti.

Importante: per incidenti stradali  con lesioni serve sempre il nulla-osta da parte dell'Autorità Giudiziaria

Copia del rapporto potrà essere rilasciata anche a studi legali e compagnie assicuratrici muniti di delega scritta del loro cliente rimasto coinvolto nel sinistro.

torna su

MONTARE IMPALCATURA

10) DOMANDA: Ho la necessità di montare un'impalcatura di fronte a casa mia, cosa occorre?

Devo traslocare e ho la necessità di liberare l'area di fronte a casa mia per la ditta che mi assiste, come posso fare?

Sto ristrutturando casa e l'impresa ha la necessità di depositare alcuni materiali e attrezzature sulla strada in cui abito, cosa occorre?

R: Tutte queste domande hanno una sola risposta: è necessario presentare un'istanza per occupazione di suolo pubblico ed eventualmente richiedere una modifica provvisoria della viabilità (per l'istituzione di divieti di sosta con rimozione, deviazioni, ecc ...).

torna su

CONTRASSEGNO INVALIDI

11) DOMANDA: Come si può ottenere il contrassegno invalidi?

RISPOSTA : Non tutti gli invalidi hanno diritto all'autorizzazione e al relativo contrassegno. Prima di rivolgere istanza occorre sostenere una visita presso un apposito medico della ASS (Udine via San Valentino n. 18 tel. 0432 553800 oppure Tricesimo in Via SS Vito e Modesto, tel. 0432 851212). Il medico, al quale va portata tutta la documentazione sanitaria, deciderà se rilasciare o negare la certificazione di limitate o impedite difficoltà di deambulazione. Con la predetta certificazione si potrà presentare domanda direttamente presso il Comune di residenza. Per il Comune di Tavagnacco la domanda può essere direttamente presentata allo sportello della Polizia Locale sito al piano terra in Piazza Indipendenza n. 1 a Feletto Umberto, allegando 2 foto formato tessera. L’autorizzazione ed il relativo tagliando europeo di colore blu saranno pronti entro pochi giorni.

torna su

EDUCAZIONE STRADALE

12) DOMANDA:  La Polizia Locale di Tavagnacco tiene corsi di educazione stradale per gli alunni delle scuole?

 Risposta:

Sì, la Polizia Locale organizza ed effettua gratuitamente due tipi diversi di corsi: a tutti gli alunni della classe quinta della scuola Primaria con lezioni in aula ed un saggio conclusivo che comprende escursione sul territorio.

torna su